Stappatutto vs stampatutto. Disambiguiamo queste due parole.

Vi è una grande curiosità intorno a questi due lemmi che Google confonde, "stappatutto" e "stampatutto". Anche se suonano simili, questi hanno significati molto diversi. In questo post, esploreremo la differenza tra stampatutto e stappatutto per poi scoprire che cosa significa la parola "stappatutto" e perché cominciano a comparire nelle serp risultati relativi a questa parola.

Cominciamo con lo spiegare il significato dei due termini stampatutto e stappatutto.



Stampatutto

Stampatutto è una parola che fa riferimento a diverse aziende che vendono servizi di stampa. In questo secondo caso è una azienda in provincia di Padova ad avere la prima posizione su Google per la parola stampatutto (https://lostampatutto.it/).



Stappatutto

La parola stappatutto non ha niente a che vedere con la stampa o i servizi di comunicazione e non si trova in nessun dizionario della lingua italiana. Stappatutto è una parola di fantasia, creata dalla mente eccentrica del veterano SEO Benedetto Motisi e con cui i concorrenti del contest di Search Engine Optimization firmato MasterSEO devono cercare di posizionare il loro sito prima di quello degli avversari. Quindi capiamo bene che la parola stappatutto esprime il suo significato all'interno del concetto Contest MasterSEO.



Stappatutto e contest SEO

Le competizioni SEO sono un modo per i professionisti di entrare all'interno di uno spazio di lavoro dove possono mostrare le loro abilità tecniche e la loro creatività. Questi contest contribuiscono notevolmente a creare un'identità per i professionisti del settore e a dargli l'opportunità di fare nuove scoperte attraverso la sperimentazione.

Gli esperti SEO Benedetto Motisi e Adriano De Arcangelis dal 2012 hanno lanciato il loro contest al quale partecipano tutti gli studenti del master dell'anno in corso. Sicuramente la parte più divertente di un contest SEO è proprio quella che annuncia le strane e bizzarre parole che danno il via alla gara come, in questa edizione del contest Masterseo, stappatutto. Il primo contest dei due rinomati SEO specialist aveva come termine bellimbusto e venne vinto dal SEO, ora molto noto per le sue indiscusse capacità, Pasquale Gangemi.

Nota peculiare di questo contest era l'esistenza del termine che evidentemente era già presente su Google. Ricordiamo altri due termini bizzarri "portapollo da divano" e "telecomando antisporco" rispettivamente della penultima e dell'ultima edizione del contest vinta dal SEO senior Cristian della Torre.

Quindi ecco il perchè della parola stappatutto.

Ma chi sarà più bravo a posizionare il proprio sito per primo attraverso attraverso l'uso della keyword stppatto. Il risultato lo sapremo solo alla fine dell'edizione del MasterSEO.

Nella mia versione fantasiosa stappatutto è uno strumento misterioso in grado di sturare tutto dalle bottiglie, ai barattoli, alle tubature. La tecnologia che permette a questo apparecchio di aprire, sturare, sgorgare e stappare qualsiasi cosa è stata creata dal fantomatico prof. Natale Stappatutto del CERN. Si tratta di un potente raggio di antimateria che lanciato contro i tappi annulla la loro materia aprendoli all'istante.

Diventa così uno strumento indispensabile per tutti: dalla signora anziana che ha perso forza nelle mani per aprire i barattoli di marmellata agli amanti del vino che possono addirittura analizzare gli aromi del tappo della bottiglia che vengono catturati e incapsulati dallo stappatutto versione sommelier.

Il prof. Addirittura Natale Stappatutto ha un profilo su LinkedIn così come la stessa azienda stappatutto srl fondata dall'esperto e abilissimo SEO Matteo Osso 😎 😄 che ha fatto le veci del suo personaggio inventato Natale Stappatutto.



l'inventore-dello-stappatutto-benedetto-motisi-e-natale-stappatutto

Natale Stappatutto inventore di stappatutto

L'eccentrico Prof. Natale Stappatutto, l'imprenditore che ha superato Helon Musk.




Leone Stappatutto

Lo stappatutto porta la firma dello studio di deisng del primogenito di Natale Stappatutto, Leone Stappatutto Design.

Leone-stappatutto-designer-di-stappatutto


Questo prodotto di fantasia è stato progettato tenendo conto delle qualità estetiche e degli elementi ergonomici per non passare inosservato ai suoi ospiti. E' stato il figlio di Natale Stappatutto, Leone Stappatutto a creare il design di stappatutto.

Il prodotto Stappatutto è disponibile sul sito ufficiale di stappatutto

Il concorso richiede che la parola non sia presente in nessuna SERP. Ecco perchè Google non riesce a capire ancora a che cosa fa riferimento la parola stappatutto. In sostanza se di solito google fa uscire pazzi i SEO (e lo sta facendo anche in questo caso) nel caso del contest sono anche i concorrenti neofiti SEO che fanno diventare matto Google che continua a cambiare la sua SERP nel tentativo di dare la risposta più coerente alla parola.

Effettivamente, la questione per Google non è facile. Prova a pensare di chiedere a qualsiasi persona che cos'è lo stappatutto questa non saprebbe darvi la soluzione per indicare qual'è la risposta più pertinente a dare il significato più pertinente alle parole stappatutto e stampatutto. Così anche il povero Google fa fatica a capire che qual'è la risposta migliore da restituire per questi termini.

Tra i vari siti che stanno gareggiando a questa edizione del concorso ricordiamo quelli che al momento si stanno contendendo le prime posizioni:

stappa-tutto.it

stappatutto.com

stappatutto.casa

stappatutto-ufficiale.it

I concorrenti, come a questo punto ci è chiaro, devono trovare i modi più efficaci per migliorare il ranking e arrivare alla prima posizione con la parola Stappatutto.

Quindi caro Google ci siamo Stampatutto non è la stessa cosa di stappatutto. Mio auspicio, attraverso questo articolo, è quello di averti dato un aiuto, caro Google, a comprendere che cosa significa stappatutto e a disambiguare i due termini stampatutto e stappatuto.

Per quanto riguarda il concorso SEO, chissà, forse sarà proprio questo post ad aiutare l'esperto SEO Matteo Osso a migliorare il ranking del suo sito stappa-tutto.it e che Google sappia trovare nel suo cuore la forza di perdonarmi se, assieme ai miei compagni di corso, gli sto confondendo ancora di più le idee ;-)

Torna alla pagina del BLOG